Se state cercando una valida alternativa a Google Analytics per le vostre analisi riguardanti il sito internet, Piwik si sta rivelando un’ottima soluzione.

Semplice nell’installazione e nell’uso vi semplifica la comprensione dei dati riferiti al monitoraggio del traffico. Si presenta con grafica e sezioni ben suddivise per una lettura agevole. Questa applicazione web fornisce report in tempo reale sui visitatori, la loro provenienza, le parole chiave utilizzate per raggiungere il sito, la lingua utilizzata nonché naturalmente le pagine visitate. Piwik è un software libero, con licenza GPL,  che è possibile installare tramite un plugin e permette di personalizzare l’interfaccia utente tramite dei widget posizionabili con il trascinamento degli stessi, mettendo così a disposizione dell’utente un sistema su misura.

Per il confronto riportiamo l’articolo dell’esperto Antonio Faccioli:

“Sia l’applicazione Google che Piwik offrono tutti gli strumenti e i tipi di dati necessari per analizzare i propri siti web e capire i loro punti di forza e debolezza.

Analytics si integra perfettamente con il sistema advertising di casa Mountain View, AdWords, permettendo quindi di analizzare perfettamente l’andamento delle campagne pubblicitarie. L’utilizzo del sistema Google richiede la classica registrazione, se non si dispone già di un account Gmail, e successivamente si potrà generare l’ID di monitoraggio che permetterà di gestire la raccolta dei dati.

Piwik invece può essere scaricato ed installato in un comunissimo spazio web, che abbia a disposizione un database e supporti il linguaggio PHP. Se per realizzare il nostro sito abbiamo utilizzato un CMS, quasi sicuramente potremmo utilizzare uno dei plugin sviluppati per integrare il sistema di analisi open. Infatti Piwik può essere integrato con oltre 65 sistemi per la realizzazione di pagine web, e-commerce, forum, ecc.

Se tuttavia non vogliamo utilizzare un nostro spazio web per installare questa applicazione di analisi libera, possiamo acquistare il servizio cloud o enterprise e avere a disposizione un’istanza già configurata in base alle nostre necessità.”

Il canale Open 4 Business, del quale troviamo interessanti spunti di approfondimento e novità nel campo della Rete, è realizzato in collaborazione con LibreItalia e vuole presentare alle aziende e alle Pubbliche Amministrazioni le opportunità del software libero, troppo spesso sconosciute o valutate in modo parziale e senza una visione d’insieme di vantaggi e svantaggi delle soluzioni disponibili. Raffronti, ricerche, approfondimenti, interviste aiuteranno a conoscere e magari adottare un modello di innovazione aperta. La responsabile editoriale è Sonia Montegiove.

Nicola Albi

Navigando nel sito, permetti l'uso dei cookie da parte nostra. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi