Scatti d’astratto

Paul Strand cominciò, nel 1915, a fotografare oggetti di uso comune (vasellame, ombre di una staccionata, scodelle) in modo del tutto personale.

Era l’inizio dell’astrattismo: “il gioco delle ombre e delle luci lascia alla fantasia dell’osservatore l’interpretazione dell’immagine”. Si concretizza così un nesso con l’arte pittorica, una nuova modalità di espressione da cui trae ispirazione. Interessante è la diversa interpretazione che ognuno di noi può dare ad uno scatto di questa tipologia. Ma, in fondo, quello che vediamo non è altro che il frutto del vedere del fotografo che, prima di noi, ha notato quell’aspetto, quel punto di vista preso da una certa angolazione in un dato momento, magari colto e selezionato tra tanti.

[print_my_responsive_photo_gallery]

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE

Navigando nel sito, permetti l'uso dei cookie da parte nostra. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi