Approfondimento di rilievo dedicato all’ incontro con Giulia Giarola poetessa, giornalista free lance e blogger (https://poetriver.wordpress.com) con laurea in Scienze della Comunicazione all’Università di Verona. Una scrittrice emergente che, con la sua raccolta di poesie “La strada di casa”, ci accompagna nel suo viaggio introspettico.

Sensazioni, sentimenti e collegamenti tra passato e presente risultano ben concatenati. L’uso di uno stile linguistico misurato e sempre attento all’etimologia delle parole sono ulteriori frecce stilistiche che Giulia rilancia al lettore, sfidandolo a cogliere parallellismi  e immagini evanescenti. I sogni della poetessa, alla fine, divengono un sottile fil rouge che la spingono in questo percorso, a volte tortuoso, della vita. Il libro è disponibile su Amazon: affrettatevi.

Raccontaci come nasce e si sviluppa la passione per le lettere
Nasce dall’amore che mio nonno provava per i libri. Quando andavo a trovarlo restavo incantata dalla sua libreria, colma di volumi storici, romanzi e saggi. Seduti insieme sul divano mi raccontava spesso cosa lo colpiva nelle pagine che in quel momento stava leggendo. Nel 2005, due anni prima della sua morte, mi chiese di aiutarlo a scrivere un libro: voleva raccogliere le sue memorie. Lui dettava e io scrivevo al computer. È stata un’esperienza unica che ha cambiato la mia vita guidandomi in alcune scelte importanti, come quella dell’università.

Gli studi fatti ti sono risultati utili?
Sì, sono stati molto utili. Da quando mi sono laureata ho avuto diverse esperienze lavorative nel campo della comunicazione e in ogni occasione mi sono sentita sempre pronta e preparata. Anche quando ho lavorato in altri settori, come il turismo e la ristorazione, ho notato che la mia laurea mi è stata di grande aiuto.

Parlaci del tuo recente libro “La strada di casa” uscito su Amazon in novembre
Aver scritto e pubblicato questo libro è stato un viaggio meraviglioso, un’esperienza catartica grazie alla quale ho conosciuto meglio me stessa e i miei desideri. Auto-pubblicandomi ho potuto realizzare personalmente ogni più piccolo dettaglio, dal contenuto alla copertina. In quelle pagine ci sono io, le mie emozioni, tutto il mio mondo.

Qual è il focus portante di questa tua raccolta di poesie?
La semplicità, nelle parole e come filosofia di vita. Dare più valore alle piccole cose, pensare ai sogni nella loro forma più semplice e raggiungibile.

Consigli da dare a chi medita di cominciare il tuo percorso?
Sì a stage e tirocini pre/post laurea, utili per testare le proprie capacità sul campo e acquisire dimestichezza con il mondo del lavoro. Sul curriculum contano moltissimo e le aziende sono più propense ad assumere quando vedono che uno studente non si è impegnato solo sui libri. Trovare un impiego nella comunicazione – che sia marketing, editoria o giornalismo – non è facile, ecco perché consiglio anche di non perdere la speranza e di continuare a cercare. Costanza e determinazione sono indispensabili.

Progetti per il futuro?
Ad oggi collaboro come web editor per una società veronese e vorrei continuare su questa strada. Mi piacerebbe poi tornare a scrivere da giornalista freelance con più frequenza, attività alla quale ho un po’ rinunciato per impegni con un altro lavoro. Inoltre ho riscoperto una passione che pensavo di aver dimenticato, quella per la natura, e sto studiando per specializzarmi anche in questo settore. Io speriamo che me la cavo!

Un tuo punto di vista sulla realtà d’oggi
È una realtà nella quale sapersi adattare alle situazioni difficili fa parte della quotidianità. Il lavoro precario ad esempio, non sapere cosa succederà quando scadrà un contratto. Dove sarò tra un mese? E se non trovo un altro lavoro? Ce la farò? Lasciarsi abbattere dallo sconforto è la cosa peggiore. Oggi vince chi non ha paura di cambiare, chi affronta i problemi, chi si reinventa e non smette di guardare avanti. 

Nicola Albi

Navigando nel sito, permetti l'uso dei cookie da parte nostra. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi